Accedi al sito
Serve aiuto?
Logo

Attività » Geologia » Videoispezioni

Premessa

La videoispezione dei pozzi è ormai di normale utilizzo già da diversi anni, dato il suo scopo determinante, anche se è bene precisare che non è usuale richiedere una videoispezione se non vi è un particolare problema o necessità specifica.
La videoispezione in se stessa serve per visionare lo stato di fatto interno della colonna di rivestimento di un pozzo, ed eventualmente a comprendere se vi siano dei difetti che causano particolari problemi persistenti, è quindi logico pensare che se si introduce un apparato di visione all’interno di una tubazione che risulta fortemente incrostata o con acqua torbida, il risultato finale sarà deludente e inutile allo scopo; è come se, immaginiamo, ci si immergesse con attrezzatura subacquea all’interno di un lago avente acqua torbida: la visione sarà nulla o nella migliore delle ipotesi parziale.
Quindi se è vero che la videoispezione è uno dei mezzi che serve per comprendere lo stato di un pozzo, laddove non ci sono altri mezzi di conoscenza, è anche vero che debbono sussistere le condizioni per avere risultati soddisfacenti; per cui generalmente è necessario effettuare preventivamente, un’accurata pulizia del pozzo da esaminare.

Caratteristiche del sistema di ripresa e del servizio di videoispezione

  • unità di videoispezione mobile Aries Explorer 1200 con cavo di lunghezza 360m e argano elettrico ad alimentazione autonoma a batteria (12V) o a corrente alternata 220V;

  • gruppo di ripresa in acciaio inox con diametro 45mm a doppia telecamera e doppio sistema di illuminazione a led:

    • telecamera fissa verso il basso (angolo di ripresa 86°);
    • telecamera rotante in senso orizzontale a 360°;

entrambe le telecamere (a 480TVL) restituiscono il video con codifica PAL (o NTSC a richiesta) con risoluzione di 720x576, a 25fps e Bit Rates selezionabile in 5 livelli (da SLP 1.268Mbps a HD 4.945Mbps)

  • pressione massima tollerabile 40bar (= 400m d'acqua)

  • restituzione immediata, a richiesta della committenza, su file digitale (AVI o MP4) su supporto magnetico (SD o USB key) e/o su Video DVD

  • il filmato è corredato di notazione sovraimpressa relativa alla data/ora, alla profondità della ripresa e ad ogni eventuale commento ritenuta rilevante; possibilità di commenti vocali.